Logos PA

Thursday, Aug 16th

Last update10:05:54 AM GMT

Headlines:
Sei qui Archivio news

15-12-2017 DECADENZA DALLA CARICA DI UN CONSIGLIERE COMUNALE

  • PDF

Sul portale delle Autonomie Locali del Friuli Venezia Giulia, lo scorso 12 dicembre 2017 è stato pubblicato un parere, in particolare, un Comune chiede di sapere in materi a in materia di decadenza dei consiglieri comunali dalla carica per ripetute assenze:

- se sia necessario procedere all'avvio formale del procedimento di decadenza atteso che il consigliere in riferimento ha già fatto pervenire spontaneamente le proprie motivazioni a giustificazione delle sue assenze dalle sedute consiliari;

- l'oggetto della proposta di deliberazione da sottoporre al consiglio comunale ed in che termini lo stesso debba deliberare nel caso in cui intenda "respingere" l'istanza di decadenza;

- se il voto dei consiglieri debba o meno essere a scrutinio segreto.

Il Servizio affari istituzionali e locali, ricorda che l'articolo 43, comma 4, del decreto legislativo 267/2000, dispone che "Lo statuto stabilisce i casi di decadenza per la mancata partecipazione alle sedute e le relative procedure, garantendo il diritto del consigliere a far valere le cause giustificative".

In merito al primo quesito, viene evidenziato che non è necessario procedere alla comunicazione formale di avvio del procedimento di decadenza di un consigliere per ripetute assenze, qualora lo stesso abbia già fatto pervenire spontaneamente le proprie motivazioni a giustificazione della mancata presenza alle sedute consiliari. Il consiglio comunale, organo competente a pronunciarsi sulla decadenza, esaminate le cause giustificative addotte dal consigliere e la loro fondatezza, serietà e rilevanza, procede a deliberare circa la decadenza o meno dell'amministratore interessato. Nel silenzio di previsioni statutarie o regolamentari specifiche sulla modalità di voto, il consiglio comunale delibera a scrutinio segreto in merito alla decadenza di un amministratore per ripetute assenze.

Circa la formula da utilizzare nel caso in cui l'organo consiliare non ritenga sussistano i presupposti per procedere alla dichiarazione di decadenza, rientra nell'autonomia dell'organo consiliare utilizzare la dicitura più congeniale.

FVG, PARERE, 12 DICEMBRE 2017