Logos PA

Friday, Sep 22nd

Last update03:13:52 PM GMT

Headlines:
Sei qui News Prima Pagina 13-09-2017 FACOLTÀ ASSUNZIONALI PER IL PERSONALE DI POLIZIA LOCALE: LEGGE N.48/2017

13-09-2017 FACOLTÀ ASSUNZIONALI PER IL PERSONALE DI POLIZIA LOCALE: LEGGE N.48/2017

  • PDF

La Corte dei Conti, Sezione regionale di controllo per la Toscana, con deliberazione n.164 del 7 settembre 2017 si è espressa in merito alla richiesta di parere da parte di un Comune in relazione alla corretta interpretazione del calcolo delle facoltà assunzionali per il personale di polizia locale - art. 7, comma 2-bis del d.l. 14/2017, convertito con la l. 48/2017. Con tale norma, il legislatore ha previsto che, negli anni 2017 e 2018, i comuni che nell'anno precedente hanno rispettato gli obiettivi del pareggio di bilancio, possono assumere a tempo indeterminato personale di polizia locale nel limite di spesa individuato applicando le percentuali stabilite dal d.l. 90/2014 alla spesa relativa al personale della medesima tipologia cessato nell'anno precedente, fermo restando il rispetto degli obblighi di contenimento della spesa di personale. Inoltre, la norma precisa che tali cessazioni non rilevano ai fini del calcolo delle facoltà assunzionali del restante personale secondo la percentuale di cui all'art. 1, comma 228 della l. 208/2015.

La norma, si pone quale strumento volto al rafforzamento delle attività connesse al controllo del territorio consentendo di fatto di applicare una percentuale superiore sulla spesa relativa alle cessazioni del personale di polizia locale, ai fini dell'assunzione di personale della medesima tipologia, rispetto a quella ordinaria. Pertanto, il comune chiede se le norme in questione vadano a determinare due distinti budget assunzionali, uno per la polizia locale da determinarsi sulla spesa relativa ai cessati della stessa tipologia dell'anno precedente, e l'altro per il restante personale, sul resto delle cessazioni, esclusi i cessati della polizia locale, oppure se gli enti possano valutare quale delle due disposizioni applicare, nell'ottica del potenziamento delle forze di polizia locale.

I Giudici, sottolineano che la normativa di riferimento è contenuta nel d.l. 14/2017, recante disposizioni urgenti in materia di sicurezza delle città, la quale è volta a consentire agli enti, nel calcolo delle facoltà assunzionali, l'applicazione di percentuali più alte alla spesa del personale di polizia locale cessato nell'anno precedente, rispetto al restante personale, in vista del rafforzamento delle attività rivolte al controllo del territorio e alla sicurezza urbana. Secondo i giudici contabili, l'interpretazione più corretta sembra essere quella che consente agli enti di calcolare la capacità assunzionale sull'intera spesa relativa alle cessazioni dell'anno precedente, ovviamente però applicando la percentuale più ridotta per essa prevista. Dunque, non sembra che vengano determinati due budget assunzionali. Gli enti potranno calcolare la capacità assunzionale sull'intera platea dei dipendenti cessati, con le percentuali ordinarie, e poi utilizzare tale capacità anche per il potenziamento del personale di polizia locale, in relazione al fabbisogno dell'ente e alla sua discrezionalità.

A tal proposito la Fondazione Logos PA, martedì 10 ottobre 2017, propone un corso formativo sulla Sicurezza integrata.

Il programma della giornata verterà sul decreto legge n. 20 febbraio 2017 n. 14, convertito in legge 18 aprile 2017, n. 48 recante: «Disposizioni urgenti in materia di sicurezza delle città».

Scarica il programma.

Per l'iscrizione clicca QUI.

CORTE DEI CONTI, DELIBERAZIONE N.164, 7 SETTEMBRE 2017