Logos PA

Thursday, Dec 13th

Last update02:07:48 PM GMT

Headlines:
Sei qui News Prima Pagina 08-10-2018 ANCHE L'AVVOCATURA COMUNALE È SOGGETTA AL GENERALE POTERE DI AUTO- REGOLAMENTAZIONE DELL’ENTE

08-10-2018 ANCHE L'AVVOCATURA COMUNALE È SOGGETTA AL GENERALE POTERE DI AUTO- REGOLAMENTAZIONE DELL’ENTE

  • PDF

l Consiglio di Stato, con sentenza n.5143 del 3 settembre 2018 si è pronunicato in merito alla richiesta di riforma della sentenza del Tar, con la quale, era stata accolto il ricorso avverso la deliberazione di Giunta comunale con la quale, nel quadro di una complessiva riorganizzazione degli uffici comunali, era stata disposta la soppressione del Servizio Avvocatura Civica.

In particlare, la determinazione delle linee fondamentali di organizzazione degli uffici pubblici, è rimessa a ciascuna amministrazione pubblica che vi provvedere mediante "atti organizzativi" complessivamente ispirati a criteri di funzionalità, flessibilità, trasparenza ed imparzialità idonei a tradurre in prospettiva programmatica, i principi costituzionali di buon andamento ed imparzialità (art. 97 Cost.) e a perseguire la complessiva efficacia ed efficienza dell'azione amministrativa (art. 1 l. n. 241/1990).

I Giudici, osservano che nell'adozione di tali provvedimenti, sussiste una discrezionalità che, per un verso ridimensiona l'intensità dell'onere motivazionale e dall'altro limita il sindacato giudiziale alle ipotesi di conclamata ed evidente abnormità.

A livello di enti locali, tali principi hanno trovato conferma positiva a partire dalla legge n. 127 del 1997 che, nel modificare l'art. 51 della legge n. 142 del 1990, ha cambiato la competenza ad adottare il regolamento degli uffici e dei servizi, attribuendolo alla Giunta, proprio per porre in evidenza che la organizzazione degli uffici degli enti locali è vicenda intrinsecamente collegata con il potere operativo.

In tale contesto, anche l'Avvocatura Comunale rappresenta a tutti gli effetti un ufficio comunale e, come tale, è soggetto al generale potere di auto-regolamentazione dell'ente.

Nella fattispecie, la decisione di sopprimere l'ufficio legale ha costituito l'esito della progressiva maturazione, elaborata attraverso un complesso iter istruttorio, di riorganizzare e rivisitare, per esigenze finanziarie e di "semplificazione" organizzativa, la macro-struttura dell'ente.

CDS, SENTENZA N.5143, 3 SETTEMBRE 2018