Logos PA

Wednesday, Nov 21st

Last update02:12:31 PM GMT

Headlines:
Sei qui News Prima Pagina 08-11-2018 AMMISSIONE DEL SOCCORSO ISTRUTTORIO IN CASO DI MANCATA INDICAZIONE DEGLI ONERI AZIENDALI

08-11-2018 AMMISSIONE DEL SOCCORSO ISTRUTTORIO IN CASO DI MANCATA INDICAZIONE DEGLI ONERI AZIENDALI

  • PDF

L'Anac, con delibera 757 del 5 settembre 2018 si è espressa in ordine ad un parere posto da un operatore economico escluso da una gara per mancata indicazione nell'offerta economica dei costi di sicurezza aziendali concernenti l'adempimento delle disposizioni in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro previsti dall'art. 95, comma 10, del Dlgs. n. 50/2016 e richiesti, a pena di esclusione, dalla lettera d'invito. L'operatore economico escluso sostiene che la mancata indicazione degli oneri di sicurezza aziendali, anche se richiesta dalla lettera d'invito, non costituisce motivo di esclusione e può essere sanata tramite il soccorso istruttorio.

In particolare, la questione verte sulla sanabilità tramite soccorso istruttorio della mancata indicazione nell'offerta economica degli oneri di sicurezza aziendali nel caso particolare in cui la legge di gara prevede l'obbligo di dichiararli a pena di esclusione. Il nuovo Codice ha introdotto una specifica disposizione in merito ai costi aziendali prevedendo, nell'art. 95, comma 10, che nell'offerta economica l'operatore deve indicare i propri costi aziendali concernenti l'adempimento delle disposizioni in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro.

Nel caso in esame, la lettera d'invito prevedeva espressamente l'obbligo di indicazione nell'offerta, a pena di esclusione, de "gli oneri aziendali relativi all'adempimento delle disposizioni in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro". L'Autorità, evidenzia che secondo l'interpretazione del Consiglio di Stato, una simile previsione della lettera d'invito, in quanto clausola esecutiva di una norma di legge anche nelle sue conseguenze espulsive, «costituisce un elemento essenziale e non ambiguo dell'offerta economica non rimediabile per il suo carattere con il soccorso istruttorio, andando altrimenti ad incidere sulla par condicio». Inoltre, non risulta che la stazione appaltante abbia avuto modo, nel corso della procedura di gara, di prendere cognizione dell'esistenza e/o congruità, nell'ambito dell'offerta economica, dei costi di sicurezza aziendali, così da escludere che sia in contestazione che dal punto di vista sostanziale l'offerta rispetti i costi minimi di sicurezza aziendale. Ne consegue che, nel caso in esame la stazione appaltante non avrebbe potuto esperire il soccorso istruttorio.

ANAC, DELIBERA N.757, 5 SETTEMBRE 2018